Stati Generali Psichedelia Italia 2020

Seconda edizione degli Stati Generali della Psichedelia

Condividi

È tutto pronto per la seconda edizione degli Stati Generali della Psichedelia in Italia. Già previsto presso il Centro di Cultura Contemporanea di Torino, in base alle nuove restrizioni Covid l’evento si svolgerà interamente via livestreaming online e nell’arco di quattro giornate – a partire dalle ore 10 di martedì 8, venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 dicembre 2020. Previsti oltre 80 interventi, 4 tavole rotonde, varie presentazioni e dibattiti serali. Qui la pagina con il programma definitivo, l’elenco (e le biografie) dei relatori e altri dettagli.

Organizzato da Psy*Co*Re (Multidisciplinary Italian Network for PSYchedelic and COnsciousness REsearch), l’evento si propone di puntualizzare, secondo i più aggiornati approcci critici, lo stato dell’arte della ricerca psichedelica e in generale sulla scienza degli stati di coscienza, privilegiandone gli aspetti inediti e le prospettive future. Oltre a dare spazio a un’ampia mole di situazioni e progetti italiani nel campo, l’obiettivo complessivo è quello di offrire uno spettro informativo che spazia dalla filosofia all’arte, dagli aspetti storici ai risvolti sociali e politici variamente legati a psichedelia e stati di coscienza oggi nel mondo.

La prima giornata, martedì 8 dicembre, è dedicata alla letteratura italiana di “settore”, trattandosi della traslazione di MindBooks, Editoria della Mente, spazio-evento inizialmente previsto all’interno del Salone del Libro di Torino 2020. Verranno presentati e discussi – da autori, editori, traduttori, critici – i libri sulle varie tematiche legate alle culture psichedeliche apparsi in Italia nell’ultimo mezzo secolo. Si partirà dall’indimenticabile Il volo magico di Ugo Leonzio (1969, appena ripubblicato da Il Saggiatore) all’antologia fresca di stampa La scommessa psichedelica (Quodlibet), passando per Sciamani (Graham Hancock), Il Serpente Cosmico (Jeremy Narby), Il Paradiso delle Urì (Alessandro Manca), Moksha (Aldous Huxley), LSD (Agnese Codignola) e molti altri testi utili, quando non fondamentali, sia per il pubblico specializzato che per i novizi dell’universo enteogeno.

Scorrendo il nutrito programma, si parlerà dell’uso rituale delle droghe tra proibizionismo e liberalizzazione, di ayahuasca tra neuroscienze e clinica, di affinanze e differenze tra sciamani e terapeuti, del possibile utilizzo dell’Amanita muscaria in micoterapia, e delle attività dei centri di ricerca italiani impegnati nell’indagine degli stati non ordinari di coscienza. A conferma dell’approccio multidisciplinare dell’evento, tra gli ospiti internazionali, da segnalare Ben Sessa, noto psichiatra e psicoterapeuta britannico, co-fondatore e responsabile della Breaking Convention londinese, e il ‘filosofo della mente’ Peter Sjöstedt-H, che presenterà una breve esposizione della metafisica di Spinoza, nel rapporto tra mente, mondo e psichedelia.

La tavola rotonda finale, moderata da Carlo Mazza Galanti, è centrata sul tema “Rinascimento psichedelico o terza onda? Le responsabilità dei media“. Marco Perduca, Leonardo Fiorentini, Mauro D’Alonzo, Agnese Codignola, Alessandro Novazio discuteranno sul passaggio in atto — pur con il solito ritardo, anche in Italia – degli psichedelici dall’ambito scientifico e d’élite a uno più “pop”, dove, similmente a quanto sta accadendo a ruota della cannabis terapeutica, si apriranno anche scenari di consumi edonistici e variamente diffusi. I media hanno un ruolo fondamentale in questo processo di transizione, anche rispetto all’inevitabile superamento delle odierne politiche proibizioniste – come sta avvenendo in Usa con le prime depenalizzazioni locali delle #PlantMedicine.

Pur se riservati agli addetti ai lavori, gli Stati Generali della Psichedelia in Italia sono aperti alla partecipazione di soggetti esterni interessati (studenti, giornalisti, ricercatori, etc.), previa prenotazione obbligatoria cliccando qui.

_____________________________________

Questo articolo (5/12/2020) fa parte della rubrica Psichedelia Oggi.

Bernardo Parrella è giornalista freelance, traduttore e attivista, da tempo residente in Usa e coinvolto in svariati progetti italiani e internazionali. Ha curato l’ebook Rinascimento Psichedelico. La riscoperta degli allucinogeni dalle neuroscienze alla Silicon Valley (2018). @berny


Condividi

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui tuoi social