By: Guido Long

Comments: 0

Mentre lo scienziato David Nutt fa campagna per cambiare le regole sulle droghe, diamo un’occhiata ad artisti che hanno detto sì alla cultura psichedelica

Mentre il neuropsicofarmacologo David Nutt e colleghi fanno campagna per cambiare le regole sugli psichedelici per aiutare la ricerca, queste sostanze hanno una lunga storia nei circoli creativi.

– L’LSD era importante per i Beatles, la cui canzone Lucy in the Sky With Diamonds si dice sia ispirata alla sostanza, con riferimenti agli psichedelici in Day Tripper fra le altre. Si ritiene che l’LSD abbia avuto un ruolo importante nell’album Revolver. John Lennon e George Harrison erano entusiasti nell’assumere la sostanza, mentre ci volle un po’ di tempo prima che Paul McCartney cominciasse a prenderla.

– A novembre 1963, mentre Aldous Huxley moriva di cancro, chiese a sua moglie Laura di dargli dell’LSD. I risultati vennero raccolti in una lettera di Laura al fratello di Huxley. “Aveva improvvisamente accettato l’idea della morte; aveva preso questa medicina mokṣa in cui credeva. Faceva quel che aveva scritto nel suo romanzo utopico Island [che include l’uso di droghe psichedeliche], e avevo la sensazione che fosse interessato, rassicurato e calmo,” scrive.

– Designers fra cui Michael English e Nigel Waymouth hanno creato centinaia di poster luminosi e vorticosi durante i tardi anni 60. Nella sua autobiografia, il fondatore di Oz magazine, Richard Neville, ha ricordato che English e Waymouth gli dissero che “tutte le nostre idee vengono dai trip”.

– Mentre i trip psichedelici sono spesso associati agli artisti degli anni 60, anche i pittori moderni hanno esplorato l’impatto delle sostanze che alterano la mente. Fra loro Joe Roberts, che ha prodotto lavori ispirati da trip di LSD, DMT, e psilocibina. Nel 2018 ha spiegato il suo pensiero: “Forse la cosa più importante è ispirare qualcuno a vedere da solo cosa sia l’esperienza psichedelica. Penso che siano strumenti incredibili o maestri a cui abbiamo accesso, e dovrebbero essere usati. E come qualsiasi strumento, dovrebbero essere trattati con rispetto e usati con cautela.”

– Nella comunità degli attori, Susan Sarandon è nota per fare campagna per le sostanze psichedeliche, inclusa l’LSD. “Non risolverà tutti i vostri problemi”, Sarandon ha detto al Daily Beast “ma sì, sono totalmente a favore di quel modo per riformulare il proprio universo.”

Traduzione di un articolo del Guardian

Spread the love

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui tuoi social