By: Viola Tofani

Comments: 0

La spinta per la riforma delle politiche sulla droga, in particolare la legalizzazione della cannabis, è diventata sempre più popolare fra la sinistra americana dall’elezione del 2016.

Molti dei candidati al ruolo di sfidante di Trump nel 2020 hanno promesso riforme progressiste – ma per alcuni, i loro archivi non combaciano con la loro retorica.

Di seguito una breve panoramica su cosa alcuni dei principali candidati Democratici per la nomination del 2020 hanno avuto da dire sulle politiche sulle droghe…

Il Senatore Cory Booker del New Jersey è un sostenitore di lunga data di una riforma progressista delle politiche sulle droghe.

In un’intervista “chiedetemi qualunque cosa” su Reddit, ha descritto la guerra alle droghe americana come un “fallimento assoluto che sta consumando grandi quantità del nostro tesoro nazionale e distruggendo le vite di milioni di persone che potrebbero, con le giuste politiche, essere molto più produttive nella nostra società”.

Continua a leggere direttamente sul sito di Talking Drugs l’articolo tradotto da Guido Long : CLICCA QUI

Spread the love

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui tuoi social