By: Guido Long

Comments: 0

Il mercato illecito nel Regno Unito ricava oltre 10 miliardi di sterline all’anno. A differenza dell’economia emersa, abbiamo poche informazioni su come funziona. Ma come l’economia emersa, non è di certo immune dai cambiamenti causati dal virus COVID-19.

Con la chiusura delle frontiere, la fornitura e la distribuzione della maggior parte delle droghe è limitata – ma particolarmente quelle che necessitano di ingredienti di provenienza cinese. Ci sono già racconti di riduzioni delle forniture di “Spice”, per esempio, il cannabinoide sintetico che è spesso importato da quella parte del mondo. Ci sono per forza anche problemi di network di distribuzione. L’editto di stare a casa diminuirà la possibilità degli spacciatori basati nelle città di fare “county lines dealing”, e cioè spingere il loro prodotto in piccole città e zone rurali.

Precedenti “siccità” di eroina nel Regno Unito e in Australia sono state accompagnate da diminuzioni temporanee nelle morti, visto che le persone riducevano il loro uso o sostituivano con alternative meno letali in overdose. Ma più recentemente, abbiamo visto aumenti significativi delle morti dovute all’oppiaceo sintetico fentanyl in Nord America, quindi dobbiamo stare attenti alla possibilità che spacciatori e consumatori nel Regno Unito andranno verso questa sostanza quando l’eroina finirà. Visto che il fentanyl è molto più potente dell’eroina è più facile da conservare e spostare, data la minore quantità richiesta.

Anche se un utilizzatore sa che ha comprato fentanyl invece dell’eroina, dosare in sicurezza è difficile e può diventare evidente solo quando è troppo tardi. Il Regno Unito ha già il tasso più alto di morti legate alle droghe d’Europa, e il pericolo adesso è che il tasso aumenti ancora.

Il governo continua a sottolineare che è guidato dalla ricerca nell’affrontare la pandemia da COVID-19, ma ciò non arriva fino all’agire rispetto alla raccomandazione dei suoi stessi consulenti sul creare sale per il consumo di droghe per ridurre il numero di morti per overdose. È difficile immaginare un momento più importante per seguire questo consiglio.

Continua a leggere l’articolo di Talking Drugs

Spread the love

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo sui tuoi social