By: Guido Long

Comments: 0

Oggi Cappato e Perduca alla casa di De Benedetto a Ripa di Olmo. L’associazione Luca Coscioni organizza l’incontro di stamani

E’ ormai nazionale la dimensione del caso. Walter De Benedetto, l’aretino di 48 anni costretto in una carrozzina dall’artrite reumatoide, è diventato testimonial riconosciuto della battaglia per la cannabis medica. Ma la vicenda va anche oltre e si sposta fino al dibattito, infuocato e ancora divisivo, sul fine vita. Non per niente stamani nella casa di Ripa di Olmo dove Walter abita insieme al babbo e a una badante fissa, piomberanno direttamente da Roma Marco Cappato e Marco Perduca per un incontro organizzato dall’associazione Luca Coscioni.

E’ il segno di come la storia di De Benedetto abbia «bucato» lo schermo, simbolo di tante altre esistenze fatte di dolore e di sofferenza. Ma Walter non ha perso mai la sua normalità. Vive in un’abitazione isolata, in aperta campagna: sul cancello quasi sbatti dopo aver percorso una stradella, ancora un breve vialetto ed ecco la porta d’ingresso. Apre la badante oppure il cugino Gigi che si fa in quattro per dare una mano.

Continua a leggere l’articolo su La Nazione

Facebook
Twitter
LinkedIn