By: admindunp

Comments: 0

(Articolo di Marco Perduca, Coordinatore della campagna Legalizziamo!)

All’inizio di maggio, l’Assemblea legislativa dello Stato del Vermont ha depenalizzato per i maggiorenni il possesso di marijuana e la coltivazione di due piante. Salvo veti del Governatore repubblicano Phil Scott, la decriminalizzazione entrerà in vigore a metà 2018. La notizia arriva contestualmente alla presentazione in Canada di una proposta del governo per la regolamentazione della produzione, commercio e consumo della cannabis.

Dopo otto referendum negli Usa e una decisione presidenziale in Uruguay, anche il legislatore inizia finalmente a legalizzare quelle che Marco Pannella definiva «non droghe».

Se non meraviglia che il progressista Vermont abbia legalizzato, meno scontato era che il messaggio di rottura del candidato liberale Justin Trudeau si concretizzasse (anche) nella legalizzazione della cannabis.

A smentire chi lo considera un soggetto più attento all’immagine che alla politica, dopo un anno di lavoro, Trudeau ritiene che i maggiorenni possano comprare marijuana per uso ricreativo nei negozi di liquori, o luoghi simili, secondo regole «provinciali» (il Canada è una federazione).

Un elemento significativo della proposta è stata la consultazione pubblica attraverso il confronto di competenze, esperienze, dubbi e suggerimenti da parte dei cosiddetti «portatori d’interessi». A capo della commissione Bill Blair, un neo-deputato liberale con un passato nelle forze dell’ordine. La commissione ha coinvolto anche esperti internazionali per capire quali fossero le lezioni da imparare dagli Usa e iniziare a porsi il problema dell’aderenza della nuova normativa ai trattati internazionali, infatti il conflitto con la Convenzione Onu del 1961 resta aperto.

Il modello proposto dal governo entrerà in vigore solo nelle province che decideranno di adottarlo, alle amministrazioni locali verrà anche demandata la decisione sulle modalità di distribuzione dei luoghi per l’acquisto dei prodotti, ivi compresa la vendita per posta.

Fisse saranno invece la quantità che da maggiorenni si potranno possedere, 30 grammi, mentre il numero delle piante coltivabili è fissato in quattro. Se un minorenne venisse fermato con cinque grammi non sono previste sanzioni.

Continua a leggere su FUORILUOGO


Notice: Undefined index: sfsi_plus_okIcon_order in /home/fydvpmfz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/sfsi_widget.php on line 287

Notice: Undefined index: sfsi_plus_telegramIcon_order in /home/fydvpmfz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/sfsi_widget.php on line 288

Notice: Undefined index: sfsi_plus_vkIcon_order in /home/fydvpmfz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/sfsi_widget.php on line 289

Notice: Undefined index: sfsi_plus_wechatIcon_order in /home/fydvpmfz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/sfsi_widget.php on line 290

Notice: Undefined index: sfsi_plus_weiboIcon_order in /home/fydvpmfz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/sfsi_widget.php on line 291

Notice: Undefined index: sfsi_plus_weibo_display in /home/fydvpmfz/public_html/wp-content/plugins/ultimate-social-media-plus/libs/sfsi_widget.php on line 372
Facebook
Twitter
LinkedIn